A spasso con…Rita Borsellino

Io e Rita Borsellino

Io e Rita Borsellino

Una ventata di passione, di cuore e di gratitudine quella fluita ieri a Messina per l’ultima tappa del tour di campagna elettorale per le europee “IO STO CON RITA” che ha visto la partecipazione, oltre alla candidata, di giovani, musicisti e comici. Queste le parole enunciate sul palco di Piazza del Popolo: “Sono stati i giovani a spingermi ad accettare la candidatura per le Europee – dice Rita Borsellino – E lo hanno fatto chiedendomi di lavorare insieme su temi concreti, per portare l’Europa in Sicilia, per promuovere la formazione e l’occupazione, non solo quella giovanile, nell’ambito di uno sviluppo economico sostenibile”.
Soffia anche una speranza, quella della gioventù siciliana che ha bisogno di togliersi di dosso tutte le aspettative negate da un governo che non li tutela, vedi ad esempio la riforma della scuola e delle Università.
Appare cordiale come sempre la candidata del PD e, nonostante la fatica e la stanchezza di questi giorni, non ha esitato un momento a concederci una piccola intervista e a farsi immortalare in un’istantanea.
Una piccola chiacchierata, dove è stato possibile ribadire concetti molto semplici e chiari, a differenza di molti altri politici imbrillantinati che per sfuggire ai meandri della “mala educacion” si affittano pacchetti di retorica da vendere al popolo.
I suoi occhi sono come quelli di una donna che ha tanto da fare e da offrire, una madre siciliana che, tralasciando i suoi fasti di familiare di una vittima della mafia, si è dedicata al prossimo e da un po’ di anni “lotta” per la giustizia e il senso civico, grazie allo strumento in mano al popolo, la politica.

Partito da una breve descrizione e con una personalissima considerazione di Rita Borsellino, spero condivisa da molti ma non credo da tutti, convergo sulla piccola chiacchierata concessami da la candidata del Partito Democratico.

Sig.ra Borsellino, cos’è la politica per Lei?
”La politica dovrebbe essere uguale per tutti quelli che la fanno, ovvero lavorare per il popolo”

A poche ore dal voto, qual è il resoconto di questo mese di campagna elettorale?
“Io ho fatto tutto quello che potevo e forse anche un pizzico di più, in termini d’entusiasmo, di fatica e determinazione. Ora la parola, senza retoriche di circostanza, passa agli elettori che dovranno scegliere anche per se stessi , se sono riuscita a convincerli mi voteranno altrimenti continueranno a fare quello che han sempre fatto”

Per la campagna elettorale si è spostata tra la Sardegna e la sua Sicilia, considerato che è la circoscrizione di nostra appartenenza. Per lo più il suo operato si è affiancato nelle piazze al lavoro di giovani ed alla presenza di tanti altri giovani. Ecco, cosa si aspetta da loro?
“Per me lavorare e stare con loro è una grande responsabilità. Mi chiedo cosa si aspettino loro da me, spero di poter fare tutto quello che è nelle mie possibilità e tutto quello che loro si auspicano in relazione al loro futuro”

Come devono togliersi le mani dagli occhi questi giovani offuscati da politiche che li penalizzano?
“Avendo il coraggio di assumersi le loro responsabilità”

Che peso può avere il ruolo della Sicilia nelle dinamiche decisionali dell’Europa?
“Enorme e fondamentale. Per quello che è la Sicilia e per quello che riuscirebbe a portare in un disegno europeo, ovvero il vero volto di una regione piena di potenzialità e con un carattere forte e passionale, figlio della sua terra”

Di cosa hanno bisogno i giovani per agire e far bene in questo ambito?
“I giovani hanno bisogno di punti di riferimento e di certezze. Io, mio malgrado, lo sono diventata, forse per la mia storia o forse perché sono diciassette anni che li incontro nelle scuole,nei palazzetti e nelle piazze e devo ammettere che sono quelli i momenti in cui ti accorgi della forza motrice che i giovani possiedono, ho sempre cercato di essere coerente e loro probabilmente tutto questo lo percepiscono”
 
Alle volte ci si chiede cos’è il senso civico di una popolazione e si finisce per dare tutto per scontato,sinteticamente ci spieghi cos’è per Lei?
“Il senso civico è essere cittadini responsabili”

Infine, non posso non chiederle il perché votare il Partito Democratico, anche alla luce degli ultimi rumors della sinistra, definita “alla frutta”. Cosa possono dare il PD e Rita Borsellino? 
“Il Partito Democratico può dare un progetto europeo ampio, che sia unitario e anche forte. La sinistra ha bisogno di darsi delle tangibili direttive e riunirsi in un unico progetto politico, secondo me, prima per fare una opposizione seria e dopo per garantire la base per guidare un paese”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...