Ianes: “Ringrazio Friso e Ferentino”

Luca Ianes

Luca Ianes

Nei girotondi dei “vai e vieni” estivi questo è il tempo dell’accoglienza o degli addii. Un circolo vizioso a cui i professionisti sono oramai “addestrati” e a cui le tifoserie si sono oramai abituate. Non che non esistano più le bandiere (un’affermazione molto spesso veritiera), ma al giorno d’oggi se non si fanno scelte oculate e ponderate si rischia di non rientrare in quelle logiche societarie che molte volte si predicano e quasi mai si praticano. Comunque, bando alle ciance, quello che avviene in questi giorni nel circuito semi professionistico della A dilettanti appartiene ad ogni fase sportiva che si rispetti e senza andare molto nello specifico ci accorgiamo di come sia facile notare il lavoro di allestimento delle squadre, impegnate a 360 gradi sul mercato estivo, pronte a regalare il colpo perfetto e stimolare, nelle piazze dove si “respira” pallacanestro, speranze e sogni.
E se molto spesso si parla di arrivi in grande stile, questa è la volta degli addii. Chi lascia la A dilettanti è Luca Ianes, miglior rimbalzista del campionato scorso, che lascia Ferentino e approda in Campania alla Harem Scafati in LegadDue. Lo abbiamo raggiunto e cordialmente ci ha risposto a delle semplici domande e curiosità, non tralasciando, però, l’aspetto puramente naturale di un divorzio da un campionato che gli ha donato tanto, sia sul piano professionale che su quello strettamente umano.

di Mario Garofalo

Partiamo innanzitutto da questo. Una serie di esperienze molto positive nel campionato cadetto e adesso il ritorno in Legadue. Cosa lasci alla A dilettanti?
“Lascio tanti anni di ricordi, amici e tanti ottimi giocatori. La serie A dilettanti è un campionato davvero bello, duro e avvincente. A Ferentino lascio un allenatore che oltre a essere coach per me è anche un padre”.
Da Ferentino quest’anno tu e Circosta avete fatto il salto nel basket professionistico.
“Lla società e la città ti permettono di pensare solo al basket e a giocare meglio possibile. Devo ringraziare loro ma soprattutto Massimo Friso, un coach esperto e molto preparato”.

Voltiamo pagina, paese e serie che lasci, paese e serie che trovi. Ora c’è Scafati, che aspettative hai per la nuova esperienza professionale?
“Ho giocato in Legadue per due a Ferrara. E’ una categoria che ho già affrontato e penso che sia difficilissima. Sarà bello confrontarsi di nuovo con ottimi italiani e forti americani. Metterò la mia massima disposizione al nuovo coach e alla nuova società che mi affascina”.

Proprio gli americani… di norma gli italiani che si affacciano in Legadue spesso si trovano offuscati dagli stranieri…
“Confrontarsi con giocatori forti è sempre una sfida a migliorare se stessi, poi giocare con loro è sempre bello e affascinante”.

Sul piano della differenza cosa cambia fra A dilettanti e Legadue?
“La differenza sta in molte cose, ma principalmente credo che gli americani alzaino ovviamente il livello del gioco. C’è magari meno bagarre rispetto alla A dilettanti, più ordine e c’è tanta differenza a livello atletico. Più si sale di categoria più c’è differenza da questo punto di vista”

In questi giorni si “respira” tanto mercato e ti sarai guardato intorno, avendo valutato molte proposte. Mercato e serie A dilettanti. Chi secondo si sta muovendo bene?
“Vedo molto bene le siciliane Agrigento e Barcellona, anche perché si son mosse molto prima di altre società. Possono fare bene anche Trapani e Ferentino, anche se a tutt’oggi non hanno chiuso le operazioni di mercato. La prossima serie A dilettanti comunque sarà come sempre molto dura. D’altronde questo campionato ci insegna come chi vuole vincere deve programmare tutto alla perfezione”.

Fonte: www.serieadilettanti.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...