Chi ha ucciso Paolo Borsellino?

eroe siciliano

eroe siciliano

All’indomani del diciassettesimo anniversario dell’attentato al giudice Paolo Borsellino, El País ricostruisce la vicenda e i passi che hanno portato alla riapertura dell’inchiesta.

Il 19 luglio 1992, il giudice antimafia Paolo Borsellino e le cinque persone della sua scorta furono uccise da un’autobomba caricata con cento chili di tritolo. Due mesi prima, pochi giorni dopo l’assassinio del suo amico e collega Giovanni Falcone, Borsellino aveva parlato in un’intervista con la Rai delle relazioni tra Cosa Nostra e alcuni industriali di Milano, facendo il nome di Marcello Dell’Utri, che sarà poi condannato per associazione mafiosa, e Silvio Berlusconi, suo socio e alleato in politica. Oggi, 17 anni dopo la sua morte, i magistrati siciliani hanno riaperto il caso, in seguito al ritrovamento di alcuni documenti e testimonianze che farebbero emergere la complicità tra la mafia e i servizi segreti”.

“Conosceremo un giorno la verità? Questa domenica, la manifestazione per l’anniversario dell’attentato è stata rivelatrice. La gente non ha partecipato, e non si è visto un solo politico di rilievo nazionale. L’unico rappresentante dello stato presente è stato il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Il lavoro non sarà breve”.

Fonte: internazionale.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...