Anche se c’è la crisi, essere poveri è un reato

homeless4Negli Stati Uniti basta sempre meno per diventare un criminale ed entrare a far parte di quell’esercito di 2,5 milioni di persone che affollano le carceri. Basta essere poveri.

Barbara Ehrenreich denuncia la criminalizzazione della povertà (e dei neri poveri ancora di più) negli Stati Uniti. Come se non bastasse il fatto che uno non ha un posto dove andare a dormire, la polizia ti arresta se dormi per la strada. O se gironzoli senza meta. O se arrivi tardi a scuola perché hai perso il pulmino. A Las Vegas hanno arrestato dei volontari che portavano cibo ai senza tetto.

Ma secondo la Ehrenreich l’America rischia di trovarsi incastrata in un circolo vizioso: la povertà criminalizza le persone, ma la loro criminalizzazione le rende ancora più povere. La crisi mondiale ha colpito duramente la classe media statunitense (tra i 45 e i 50 milioni di persone sono povere). Ma punire i poveri non è la soluzione.

FONTE: Internazionale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...