Ciclismo – Mistero Vandenbroucke

Oggi o domani verrà effettuata l’autopsia sul corpo del 34enne ciclista belga, trovato morto lunedì in un albergo in Senegal. La polizia ha fermato tre persone, fra le quali una prostituta

BELGIUM CYCLING DOPINGTre persone sono state fermate per la scomparsa del ciclista belga Frank Vandenbroucke, trovato morto lunedì pomeriggio nella camera di un piccolo albergo nella stazione balneare di Saly, 70 km a Sud di Dakar, in Senegal.

LE ULTIME ORE — La vicenda è ancora parzialmente avvolta nel mistero. Il 34enne Vandenbroucke è arrivato in Senegal domenica pomeriggio, insieme all’amico corridore Fabio Polazzi, per qualche giorno di vacanza. I due hanno cenato insieme quella sera. A mezzanotte, il belga ha salutato l’amico per recarsi all’appuntamento con una ragazza, conosciuta non si sa quando e come, dato che Polazzi, con lui fin dall’arrivo in Senegal, non ne era a conoscenza. Alle 2 di notte Vandenbroucke si è presentato con una senegalese all’hotel Maison Bleue, un piccolo albergo per incontri clandestini, a circa 3 km dall’hotel che lo ospitava. Vandenbroucke, secondo le testimonianze del personale del Maison Bleue, era ubriaco e si è inoltre rifiutato di fornire le proprie generalità, facendo registrare la ragazza. Due ore dopo, alle 4, la giovane senegalese è uscita dalla camera per chiedere uno straccio, perchè Vandenbroucke aveva vomitato. Di lui non si è più saputo niente fino alle 15.30 del pomeriggio, quando la polizia (non si sa chi l’abbia avvertita) ha trovato il suo cadavere in camera. Nella stanza sono state trovate anche una confezioni di sonniferi e una di ansiolitici. Polazzi ha chiamato, invano, Vandenbroucke al risveglio; poi ha saputo della morte dell’amico dalla polizia, che l’ha contattato per riconoscere i documenti. Oggi o domani si svolgerà l’autopsia, che dovrebbe chiarire la causa della morte: per gli esiti si dovrà attendere il fine settimana. I primi riscontri medici parlano di embolia polmonare tre arresti — Le tre persone arrestate sono una ragazza, probabilmente quella con cui Vandenbroucke ha passato la notte in albergo, e due uomini, con l’accusa di “furto e ricettazione”, ha detto un responsabile della gendarmerie che ha preferito mantenere l’anonimato. “La ragazza, una prostituta di circa vent’anni, aveva con sè due telefoni cellulari e del denaro – ha riferito ancora il poliziotto – e ha detto che quando ha lasciato la camera, al mattino, lui era ancora vivo”.

FONTE: gazzetta.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...