Barcellona mette la prima: battuta Perugia

Sigma Barcellona – Liomatic Perugia 69-61

SIGMA BARCELLONA: Guarino 10, Bisconti 12, Panzini 7, Svoboda 5, Li Vecchi 10, Fratini ne, Bucci 12, Mocavero 11, Emejuru, Bonessio 2. All.: Gramenzi.
LIOMATIC PERUGIA: Chiatti 6, Caroldi 9, Pazzi 7, Grilli 3, Raschi 5, Defant 7, Poltroneri 14, Salibra, Tessitori 2, Bonamente 8.  All.: Buscaglia.

ARBITRI: Scrima di Catanzaro(CZ) e Sinisi di Barletta(BA)
NOTE – Parziali:23-17/18-10/16-13/12-21. Tiri liberi: Barcellona 22/30, Perugia 10/18.
Percentuali dal campo: Barcellona 19/39 da 2, 3/13 da 3; Perugia 15/39 da 2, 7/14 da 3.
Rimbalzi: Barcellona 30, Perugia 34. Usciti per 5 falli: Poltroneri .  

 

Prima gara casalinga per la Supermercati Sigma Barcellona che “battezza” il Palalberti contro la Liomatic Perugia con una vittoria per 69-61. Un successo meritato, ma senza eccessi, per la troupe di Franco Gramenzi che incamera i primi due punti e prova a risalire la classifica dopo le due sconfitte esterne delle scorse settimane. Un passo in avanti rispetto al passato e occhi puntati verso Potenza, prossima tappa casalinga del trittico che si concluderà con il recupero della gara contro Matera(mercoledì 28 Ottobre).

igeaLA CRONACA – Partono bene Li Vecchi e compagni che mettono il muso avanti sin da subito(5-0) costringendo gli ospiti a restare piuttosto indietro rispetto al baricentro offensivo dei locali. Ci vogliono prima Bonamente (2/2 da 3 nel primo tempino) e poi Poltronieri a rispondere alle fiammate d’impulso di Guarino, che con due liberi porta Barcellona al massimo vantaggio(20-12 al 9’). Altro tema tattico iniziale della partita si manifesta nell’acceso duello sotto le plance tra le due squadre, che costringe Perugia a ricorrere al fallo e dunque a subire la verve fisica dei locali. Barcellona corre e tutto fa presagire alla fuga quando il capitano Li Vecchi segna allo scadere la tripla che chiude la frazione(23-17 al 10’). Il secondo quarto è caratterizzato da molti errori da ambedue le parti, ma comunque vede Barcellona controllare con poca fatica il tentativo di riportarsi dentro il match dei giocatori di coach Buscaglia. A tenere salda la baracca umbra sono prima Pazzi e poi Raschi (31-23 al 15’), che reagiscono alle impeti dell’asse play-pivot barcellonese, particolarmente in sintonia. Gramenzi non da molti punti di riferimento agli avversari e se da una parte riesce a dare la sterzata giusta col triplo cambio a partita in corso, dall’altra deve fare i conti con i ripetuti errori dei suoi uomini dalla lunetta. Paradossalmente l’unico tiro dei sei liberi consecutivi che Barcellona ha a disposizione nell’ultima fase di tempo segna il massimo vantaggio(35-24 al 19’). E’ Panzini che lo realizza, che si rende pure protagonista più avanti di una canestro;  all’ultimo secondo dopo una palla recuperata a Caroldi, in giornata no e molto impreciso(41-27 al 20’). Perugia sembra un cane bastonato, infatti nel terzo quarto continua a sbagliare molto ed a restare indietro nel gioco d’insieme. Ci provano tutti, ma appare che le scelte siano focalizzate sulla giocata del singolo. Barcellona continua nel suo cammino e potrebbe addirittura dilagare, infatti prima Bucci dalla lunga e poi due canestri consecutivi di Bisconti catalizzano la vittoria. Si tira e si sbaglia tantissimo e le difese non reagiscono a dovere. Pazzi e i lunghi non riescono ad incrinare la forza dei pretoriani del Barcellona e la situazione falli non aiuta Perugia, infatti Mocavero fa pentola e coperte nell’ultima azione locale (57-40 al 30’).
L’ultimo quarto Barcellona tiene lontano la Liomatic, anche se la mira dei giocatori del Perugia sembra più precisa. Infatti si riduce solo nel finale il margine, grazie alle triple di Poltronieri, il migliore tra i suoi, e Chiatti.
Barcellona può e deve sorridere e, nonostante le normali défaillances di inizio stagione, il tempo per migliorare non le mancherà, soprattutto in termini di coesione di squadra. Le note liete non sono mancate, una tra tutte il fatto che cinque giocatori hanno chiuso in doppia cifra.
Perugia non è apparsa molto concentrata e fresca in attacco. Perderà la testa in classifica, ma i ragazzi di coach Buscaglia, una volta finito il rodaggio, potranno senza dubbio continuare a dire la loro.

Mario Garofalo
www.serieadilettanti.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...