Manuel Carrizo: “Serve una reazione”

carrizodi Mario Garofalo
La Montecatini di oggi è per molti versi differente rispetto ai fasti del passato, ma soprattutto rispetto alle scorse due stagioni, per molti disastrose. Al secondo anno in A dilettanti dopo la retrocessione del 2008, alla RB c’è l’obbligo di invertire la tendenza e cominciare a risalire dopo tanto inabissarsi.
Ma a tutt’oggi si fatica a trovare il bandolo della matassa e i risultati, pur con prove egregie e di cuore, tardano ad arrivare. In fondo al barile si raschia con forza e dall’alveo emerge solo poca roba guardando la classifica attuale dei toscani. Attualmente il resoconto è amaro: una vittoria(!) in sette gare disputate. Eppur qualcosa ultimamente si è mossa. La prova contro la Effe aveva ridato coraggio e consapevolezza, ma il turno infrasettimanale contro Brescia ha riportato il malumore.
E’ vero, il campionato offre ancora tante opzioni di rilancio per rialzare gli animi e risalire in classifica. Il principale alibi è la panchina corta, ma ci sono innumerevoli punti di forza in questa squadra. Primo fra tutti il coach, Massimo Angelucci, l’anno scorso partito come vice per poi subentrare da protagonista a tre giornate dal termine della stagione, raggiungendo la salvezza. Altro fattore determinante proviene dal campo: Manuel Carrizo, vera e propria superstar per la categoria. I tre precedenti club che I’hanno avuto (Sassari,Veroli, Venezia) li ha portati tutti in Legadue, ma a Montecatini basterebbe anche molto meno. A lui spetta il brutto compito di analizzare questo appannato inizio di stagione.
 
Purtroppo state attraversando un periodo no. Cosa succede a Montecatini?
“Sicuramente siamo in un momento di grande difficoltà. Contro la Fortitudo abbiamo fatto una grande gara e sembrava che la partita poteva volgere a nostro vantaggio. Poi mercoledì siamo ricaduti negli errori di sempre e adesso dobbiamo solo stringere i denti per fare meglio già da domenica. C’è voglia e determinazione nel nostro lavoro, però non troviamo i riscontri la domenica durante le partite, non ci abbattiamo e proviamo a mettercela tutta, perché si sta facendo veramente difficoltosa la situazione in classifica. Ci servono soprattutto delle vittorie per acquisire serenità e tranquillità”.

Eppure strutturalmente non siete un roster da ultimi posti.
“Il roster, adesso, non è determinante in relazione alla classifica, infatti pur essendo un gruppo importante, paghiamo un gioco a tratti affannoso che ci ha portato a stare nelle ultime posizioni del ranking”.

Le aspettative in estate erano sicuramente maggiori di adesso. Inoltre i pronostici vi quotavano tra i primi 5-6 posti. Manterrete le attese?
“Sicuramente siamo partiti per arrivare ai playoff e con questa squadra si può fare. La nostra principale aspettativa adesso è trovare un’identità di squadra, così solo si possono raggiungere determinati obiettivi”.

Sicuramente il tuo curriculum fa si che tu sia considerato un lusso per la categoria, che tra l’altro conosci molto bene. Cosa manca oggi rispetto a pochi anni fa?
“Credo che oggi il livello non è granché equilibrato e rispetto agli anni passati i valori sono nettamente inferiori. In più la regola sugli under ha sconvolto in parte la struttura dei team e questo si vede tanto. Le squadre che riescono a recepire il meglio dal panorama giovanile riescono a fare la differenza”  

Ultimamente hai ripreso a giocare sui tuoi standard e questo comporterebbe un vantaggio per Montecatini. Ma cosa ti aspetti dalle prossime partite, a cominciare dalla gara interna contro Fidenza?
“Per quel che mi riguarda, giocare queste partite mi esalta. Ma adesso c’è una condizione in cui nessuno di noi, compreso io, dà il massimo del suo valore e questo ci penalizza, ma ripeto non è tutto condannabile”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...