IntraVena

Nel non dare adito alla risposta
si snoda l’ingegno
un turbinio di strofe spese a metà
le quali con vena curiosa
rendon cieco il sapere
Suona docile il passato
ed è così che si spiega l’oggi
Fai finta di comprendere
e nel cuore un anelito giace sovrano
Conti i secondi che passano lenti
ed è labile l’attesa
quasi come mettere un cuore nel microonde

Mar.Gar.

(Non c’è pretesa di esser poeti narranti di un regresso)

 

 

One thought on “IntraVena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...