Impressioni di domani.. Vanvera&Catene

 

La partenza è come un pesce che in un acquario è libero a metà
non sembra così male il cambio di residenza
invece il prezzo da pagare aumenta con l’età

Piccoli rinvii al giudizio di una fotografia
quella mano che alla vista fa l’occhiolino
ingrata, povera e priva di contegno

Niente di più speciale, invece, hanno i suoi occhi
catadiottri emozionali in fila indiana
premonitori di bellezza

Fortuna che l’interprete non è mai lo stesso
figure cristalline che cambiano al movimento terrestre
più veloci delle stagioni, più accaniti dei predatori

Tutto si libera nel suo interesse
serve quando serve
resta riposto nelle proprie teste

Parole che resteranno scritte su qualcosa
difficili da comprendere
veloci da dimenticare

Mar.Gar

 

“Storie senza primavera”

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...