Echi d’autunno

Ai silenzi manca il rumore dei pensieri, perpetrati su di un ciglio che non conosce la ragione. Al vino si oppone il bicchiere, al buio il suo pallore, mentre il fumo corrode il colore di un foglio stropicciato dalla nuova stagione. La sintesi è un pasto divorato a morsi, consumato con la voracità di chi non predilige il gusto

(m.gar) 25.9.14

echi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...