Sono=Sono

Sono in mezzo alla foto, baciato dal sole e dalla creatività che mi colora. Sono dentro alle suggestioni, bocca e braccia, gambe, testa e cuore. Sono il sorriso della negazione che cambia il tono per fluire in affermazione. Sono il malinteso delle azioni sradicate dal suono delle note di un urlo infinito, gridato al cielo pieno zeppo di stelle. Sono il desiderio che mi procurano gli occhi di chi sa incontrare i sogni trasformandoli in realtà.
Sono io, con te e per te

(m.gar) 07.08.16

Annunci

CoMeTe

Conosco un tale che somiglia a te.
Ha preso in giro l’allegria con uno di quei stratagemmi che sanno di incantesimo.
Ha calamitato l’attenzione dei fiori e superato l’ideale di avvenenza.
Ha dormito sulle stelle senza aspettare la notte.
Ha anestetizzato l’illusione di dover filtrare il gusto.
Cosi come succede in sogno, così come accade in realtà
…ti riconosco come quel tale

(m.gar) 14.9.14

Pietre e Stelle all’Argimusco

La sete di curiosità mi ha spesso depistato, ridotto all’osso per dirla breve. Ma quel posto, a determinate ore del giorno e della sera, suggestiona ed amplia il nesso tra la realtà e il presente. I colori si alternano, il tetro si apre al sogno e l’irrazionalità erige palazzi di infinita bellezza. Credo di essermi eclissato in una piroetta di pochi minuti, ma prima di andare via ho mosso gli occhi al cielo in maniera involontaria. Pervaso da una strana sensazione, mi sono reso conto di quante siano state poche le volte che ho dato retta al cielo. Tante, tantissime stelle in mezzo alla storia di quelle pietre: tante quanto i pensieri che ho donato a me stesso, ai miei cari, agli amici presenti lì con me, a ciò che mi emoziona.

[Credo che, invece di insegnare agli altri come meditare, le persone dovrebbero guardare il cielo. Conoscerebbero di più se stesse, e forse anche più di quanto credono di conoscere gli altri]

(m.gar) 22.6.14

foto gianlucafranco

foto gianlucafranco